Oggi voglio segnalare Symform un’azienda che ha lanciato un nuovo modo di fare storage online.

Diversamente da Dropbox ormai conosciutissimo che regala i primi 2gb aumentandoli man mano che segnialiamo amici Symform parte subito con 10gb (che non sono pochini) fino ad arrivare a ben 200gb.

200gb e’ uno storage importante, come possono regalare cosi tanto?

In pratica il concetto da cui si parte e’ molto semplice, nella maggior parte degli utenti l’HDD del computer rimane inutilizzato (visto le dimensioni enormi a cui siamo arrivati) anche dell’80%.

Parte cosi’ l’idea del contributo, se condividi una cartella nel tuo pc ti aumenta lo spazio online. In pratica il tuo computer quando si collega ad internet diventa parte integrante della struttura IT su cui si basa il servizio.

Chi adotta una soluzione cloud lo fa per avere principalmente 2 vantaggi : backup dislocato delle cose importanti e possibilita’ di reperirle ovunque grazie alla rete. Un aumento di spazio online diventa quindi maggior possibilita’ di backup e condivisione anche se condividiamo una risorsa locale.

I 10gb iniziali sono gia’ piuttosto abbondanti per un uso generico quindi non bisogna disprezzare comunque questa soluzione anche se non vogliamo condividere il nostro storage.

Oltre a condividere il proprio HDD Symform consente comunque di avere altri 10gb per ogni segnalazione andata a buon fine.

Ecco ovviamente il mio link per potervi iscrivervi donandomi ben 10gb (vi ringrazio anticipatamente)

Una importante differenza che ho notato subito rispetto al gia’ citato Dropbox (che uso abitualmente) e’ che il software di sincronizzazione corredato viene eseguito come servizio e non come applicativo.

Questa differenza a mio avviso e’ piuttosto importante visto che per lanciare dropbox come servizio esiste una procedura a manina piuttosto laboriosa.

Giusto per far capire la differenza, ho installato Dropbox su uno dei nostri server ed ho condiviso la cartella in modo che dalla rete vi si possa mettere materiale che automaticamente viene sincronizzato online (estremamente comodo).

Ebbene, con Dropbox se non faccio l’accesso al server per lanciare l’applicativo questa sincronizzazione non avviene mentre con un servizio e’ automatico alla partenza del server stesso.

Conclusioni.

Ad oggi Symform, per quanto visto presenta diversi vantaggi rispetto a Dropbox. Non ho trovato invece la possibilita’ di condividere cartelle tra’ utenti che invece offre quest’ultimo e che abitualmente uso e trovo vitale.

Se conoscete altri servizi che offrono storage gratuito vi prego di segnalarmeli …

Written by Alberico Schiappa

Ciao, spero che questo articolo ti sia piaciuto. Ti chiedo un click per aiutarmi a condividerlo sui Social Network e se puoi, di commentarlo con le tue esperienze e suggerimenti...

This article has 3 comments

  1. Pingback: Dropbox ha i giorni contati? | Defaultuser.net

  2. Mary Reply

    Ciao,
    l’ho appena installato ma non capisco una cosa: come faccio a sapere che tutti i file sono stati sincronizzati?
    almeno con dropbox hai un riscontro visuale.

    Ciao, Grazie

    • alberico schiappa Reply

      … a fiducia ;)

      No scherzo e grazie per il commento! Sinceramente anche io ho visto che non c’e’ un indicatore (quando ho scritto l’articolo e provato il software, non so adesso se hanno migliorato) ma se vai sul sito e ti logghi vedi esattamente cosa e’ stato sincronizzato e a quale data.

      Symform lavora in modo leggermente diverso a mio avviso piu’ indicato come nel mio caso con condivisioni su server e/o per puro backup dati.

      Con DropBox hai sicuramente una maggiore flessibilita’ operativa da desktop … resta da capire qual’e’ l’utilizzo che si intende fare.

      Personalmente dopo aver provato Symform ho mantenuto di miei dati su DropBox (per praticita’) ma ho lasciato la finestra aperta per Symform in attesa che mi arrivi il nuovo NAS QNAP che consente in automatico di utilizzare questo servizio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.