Chiedo a voi tutti che piu’ o meno regolarmente leggete questo blog.

Il simpaticone che ha scritto questo elegantissimo commento merita una risposta o una segnalazione alla polizia postale?

Forse l’omino non sa’ che insieme all’osceno messaggio viene registrato anche l’IP e l’ora che lo rendono rintracciabile … io intanto non pubblico sto’ scempio (se non come immagine) perche’ c’e’ modo e modo di contestare e chiedo a voi un consiglio ;)

Written by Alberico Schiappa

Ciao, spero che questo articolo ti sia piaciuto. Ti chiedo un click per aiutarmi a condividerlo sui Social Network e se puoi, di commentarlo con le tue esperienze e suggerimenti...

This article has 13 comments

  1. Luca Reply

    Beh..che dire…io una gran bella denuncia alla Polizia Postale fossi in te la farei..
    A tal proposito la legge 547/93, che ha introdotto nel nostro ordinamento una serie di nuove ipotesi di reato classificate genericamente come “crimini informatici”, non ha aggiunto nulla in ordine alla possibilità di configurare anche il reato di ingiuria perpetuato attraverso le reti informatiche o telematiche.
    Tuttavia le fattispecie di reato di cui all’art. 594 del codice penale che disciplina l’ingiuria e all’art. 595 che disciplina la diffamazione, sono sufficientemente generiche da ricomprendere anche tutti quei comportamenti offensivi che si compiono attraverso le reti informatiche e le moderne tecniche di comunicazione in generale (sms, chat, mail, newsletter, etc.).
    La Corte di Cassazione afferma, a tal proposito, che “i reati previsti dagli articoli 594 e 595 c.p. possano essere commessi anche per via telematica o informatica; basterebbe pensare alla cosiddetta trasmissione via e-mail, per rendersi conto che è certamente possibile che un agente, inviando a più persone messaggi atti ad offendere un soggetto, realizzi la condotta tipica del delitto di ingiuria (se il destinatario è lo stesso soggetto offeso) o di diffamazione (se i destinatari sono persone diverse)” (cass. sez. V penale, 27.12.2000, n. 4741).
    Figuriamoci quindi a postare su un blog!!!!
    La Corte afferma, in particolare, che il reato di diffamazione si perfeziona nel momento in cui il messaggio viene percepito da parte di soggetti che siano terzi rispetto all’agente ed alla persona offesa. Non è infatti necessaria la contestualità tra l’offesa e la sua percezione “ben potendo i destinatari trovarsi persino a grande distanza gli uni dagli altri, ovvero dall’agente”.
    Fonte:http://www.studiolegale-online.net/diritto_informatica_06.php
    Come diceva Arbore:”meditate gente….meditate..”
    Comunque continua così, poichè questo blog è spesso e volentieri molto utile ed interessante..
    tutt’altro che “ruzno”..ah ah

  2. thanks2world Reply

    @Luca

    E’ una gioia per me sapere che leggi spesso il blog e che lo trovi interessante … al momento mi piacerebbe sapere cosa ne pensano cli altri amici di questo omino e non ho ancora deciso se passare ai modi duri.

    Intanto l’ho messo bene in evidenza e vediamo se vuole ribattere civilmente spiegando questo suo modo di fare …

    Mi fa molto, molto, molto piacere che uno come te che di legge ne mastica quotidianamente si trova in disaccordo con questo modo di fare e grazie per quanto scritto.

    Continua a seguirmi … che ne pensi invece dell’articolo sulla garanzia di 12 mesi?

  3. Carlo Reply

    Ciao,
    secondo me è semplicemente da ignorare…
    Poi se si manifesta nuovamente, bé, allora si possono
    prendere provvedimenti più seri.
    Oltretutto vedo che c’è gente estremamente qualificata in materia giuridica che frequenta questo blog

  4. thanks2world Reply

    In effetti e’ il primo messaggio di questo genere a parte il “normale” spam che akismet fa fuori automaticamente. Non e’ che il blog sta’ iniziando a diventare popolare e attira anche omini di questa natura?

  5. thanks2world Reply

    Mi rincuora sapere di non essere l’unico ad avere omini di questa natura.

    … ho visto il tuo articolo e ancora non capisco perche’ non fai scaricare gratis quel gioco!? Scherzo ovviamente …

    beh! Si c’e’ cultura “0”, il fatto di essere dietro un monitor fa sentire in diritto di aprire la bocca anche fuori luogo e con modalita’ non simpatiche ma come abbiamo potuto vedere grazie a Luca c’e’ responsabilita’ anche dietro al monitor di un computer.

    Sia quando scriviamo articoli che quando commentiamo articoli dobbiamo pensare “tutti” ad piu’ essere civili.

    p.s. simpatico ili gioco che hai segnalato ;)

  6. iLDavo Reply

    Concordo con Carlo.
    Il mio suggerimento è quello di ignorare, ora e per sempre, commenti lasciati da persone che, purtroppo, nel cervello non hanno nulla e quindi nulla riesce ad attirare la loro attenzione perchè totalmente privi di intelligenza. L’unica cosa che riescono, appunto, a fare, dal profondo della loro ignoranza, è cercare di attirare l’attenzione di persone che sicuramente hanno più stimoli e interessi di loro e che, diversamente e per ovvie ragioni, non li considererebbero mai per nessuna ragione.
    Come già detto in altri commenti trovo il blog veramente interessante e mi ci affaccio volentieri sia alla ricerca di utili consigli che, più semplicemente, per curiosare su una materia che, tuttosommato, piace anche a me.
    Ti lascio un suggerimento: a questo tipo di persone la prossima volta non dedicargli nemmeno 2 righe nel più banale dei post…sarebbe altro tempo sottratto a cose sicuramente più interessanti.
    Ciao
    iLDavo

  7. Matteo Dini Reply

    Si, certamente commenti di questo genere sono da ignorare … Qualcuno mi è capitato anche a me … Più che fastidio ho provato compassione.

    Si sa, la mamma degli imbecilli è sempre incinta.

  8. Reloaded Reply

    Denuncia? siamo seri…non servirebbe a nulla se non a perdere del tempo.

    Piuttosto un bel BAN, ma se questo ha IP dinamico anche li c’è solo da sperare che muoia…

    Ciao!

  9. Pingback: Commento osceno … atto II°

  10. Pingback: Commento osceno … atto II° | Yourpage live news aggregator

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.