1108253_32160661-smartphone
foto credit: yasin öztürk

Oltre un anno fa ho scritto un articoletto per Master New Media in cui ipotizzavo la possibile evoluzione del Mobile Content in Italia che vi invito a leggere per comprendere meglio il tutto.

Per quanto posso immaginare, ipotizzo uno scenario in cui potremo utilizzare uno smartphone costantemente collegato alla rete, a un prezzo contenuto, per comunicare con chi vogliamo. La connettività sarà estesa a tutte le aree geografiche, utilizzando diverse modalità: reti miste UMTS, GSM, Wi-Fi, WiMAX ecc.

Ancora oggi continuo a vedere costantemente pubblicita’ in TV di servizi legati a  suonerie,  sfondi e musica da scaricare. Tanti fantasiosi inviti a meravigliosi servizi “regalati” e indispensabili secondo il loro modo di presentare la cosa  … tariffe che cambiano ogni mese e offerte “all inclusive” !?

I telefonini da novembre 2007 ad oggi hanno avuto una ulteriore accelerazione tecnologica, basta pensare all’ingresso sul mercato dell’IPhone e di quanto profondamente ha agitato le acque del mare di cellulari e smartphone in commercio.

Non so, forse ci vorra’ ancora piu’ tempo per quanto avevo ipotizzato, non si verichera’ mai oppure siamo semplicemente masochisti e facilmente condizionabili.

Se c’e’ pubblicita’ per questo tipo di servizi vuol dire che c’e’ ancora una utenza pagante in giro e mi sembra molto strano visto che mediamente un adolescente di 10 anni ha un personal computer a casa e che lo sa usare discretamente.

Il collegamento del pc al telefonino e’ diventato semplicissimo e spostare video, musica e immagini e’ quasi immediato.

Chissa’, forse non sono i ragazzi della nuova generazione i polli da spennare con questi servizi … voi che ne pensate, c’e’ ancora utenza pagante o le aziende sono alla frutta e tentano il tutto per tutto?

Written by Alberico Schiappa

Ciao, spero che questo articolo ti sia piaciuto. Ti chiedo un click per aiutarmi a condividerlo sui Social Network e se puoi, di commentarlo con le tue esperienze e suggerimenti...

This article has 3 comments

  1. Carlo Reply

    So che ti risulterà difficile crederlo, ma c’è un discreto numero di persone che il PC non ce l’hanno….
    Ti posso dire che dove lavoro io almeno 4 persone (considerando una fascia di età dai 20 ai 45) che non lo hanno.
    Però si son fatti furbi, quindi si fan scaricare le canzoni e se le passano col bluetooth.
    Però prima le compravano vedendo quelle squallide pubblicità che ci rifilavano in tv….

  2. thanks2world Reply

    Sono quasi sicuro al 100% che ogni persona che non ha il computer ha almeno un amico che ce l’ha e che molto spesso diventa il fornitore ufficiale di suonerie & gadget vari. Si e’ vero, per esempio che mio padre non ha il computer e non gli passa neanche per l’anticamera del cervello di accenderlo ma ha chiesto a me di inserire una suoneria nel suo Nokia. Di fatto non c’e’ piu’ la necessita’ di questi servizi che comunque continuano a lavorare … io mi chiedo “come?” possibile che hanno ancora clienti?

  3. Carlo Reply

    Infatti è una situazione che localizzavo temporalmente a 2 anni fa circa, ora che è diventato “semplice” (mettendo player mp3 nei cellulari) ci si può appoggiare ad amici o “cugggini”! ;-)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.