Giusto per perdere un po’ di tempo ho preso in considerazione l’idea di costruire un NAS utilizzando uno dei nuovi Microserver HP con 4 HDD SATA Seagate da 2TB.

Dopo aver fatto due conti sono arrivato alla somma di circa € 480,00 + Iva.

Installando il nuovo FreeNAS 8.0 che e’ stato totalmente revisionato dall’ultima volta che ci ho giocato si ottiene un NAS veramente prestazionale, affidabile ed economico.

Facciamo un po’ di numeri considerando alcuni prodotti ad-hoc, con software proprietario potenzialmente migliori del nostro assemblato attualmente in commercio.

Quelli che ho trovato nella fascia piu’ bassa con gia’ HDD per 8TB sono questi modelli :

  • 35440-IOM Iomega StorCentre € 636.00 + iva
  • TS-XE8.0TL/R5-E Buffalo Terastation € 962,00 + iva
  • WDA4NC80000E Western Digital ShareSpace € 806,00 + iva

Diciamo che tutto sommato alla fine non abbiamo prodotto ad-hoc ma la comunita’ in rete ci dice che FreeNAS e’ un ottimo sofware, le macchine HP sono storicamente robuste e  ci avanzano un sacco di soldini.

Mi dite la vostra?

Aggiornamento

Scovato in rete un ottimo tutorial per Costruire un NAS con FreeNAS

Siti Informativi Collegati

Written by Alberico Schiappa

Ciao, spero che questo articolo ti sia piaciuto. Ti chiedo un click per aiutarmi a condividerlo sui Social Network e se puoi, di commentarlo con le tue esperienze e suggerimenti...

This article has 10 comments

  1. thanks2world Reply

    Nuova versione 8.0.2 pronta per essere testata sul mio Microserver HP appena arrivato in ufficio … passiamo dalla teoria alla pratica (dopo un po’ di tempo) con soli 2tb in 4HDD da 500gb (riciclati)

    Aggiornamenti nei prossimi giorni

  2. thanks2world Reply

    Sto riscontrando qualche problemino ;( credo di aver trovato qui la soluzione :

    http://southwalesit.co.uk/forum/6-tech-blog/6-freenas-8-editing-loaderconf-poor-performance

    http://forums.freenas.org/showthread.php?3606-How-I-did-ZFS-through-FreeNAS-on-a-32bit-proc-with-low-memory

    Per editare il file /boot/loader.conf bisogna procedere in questo modo > SSH > login root >

    mount -uw /
    nano /boot/loader.conf
    sync
    mount -ur /
    reboot

    Nel mio caso con 2gb di ram fisica seguendo qualche indicazione i valori da inserire erano :

    vm.kmem_size=”512M”
    vm.kmem_size_max=”512M”
    vfs.zfs.arc_max=”60M”
    vfs.zfs.vdev.cache.size=”10M”

    Spero di non aver sbagliato ma tanto lo sapro’ a breve, sto copiando circa 1tb di dati in tantissimi files e fino a questa modifica si e’ bloccato sempre … vediamo come si comporta adesso ;)

  3. thanks2world Reply

    Oggi, dopo aver modificato local.conf ho fatto uno stress test pesantuccio sul mio bel NAS appena creato.

    Ho utilizzato 4 pc e 3 server che simultaneamente scrivevano e cancellavano dati per un totale di 3TB con degli script e applicativi (utilizzando robocopy, driveimage xml, Easeus Todo Backup e semplicemente copiando da Windows explorer).

    Ho notato un leggero aumento dell’utilizzo delle risorse ma FreeNAS ed il Microserver non hanno battuto ciglio …

    Al momento ho lasciato ancora a copiare, domani mattina lancio uno script che replica il mio attuale Iomega Storcentre IX4 (4Tb) con circa 1.9TB di dati direttamente sul NAS FreeNAS … fatto questo, se regge senza bloccarsi nuovamente credo di averlo messo sotto torchio piu’ che a sufficienza in relazione all’hardware a bordo e tra’ l’altro non ho neanche visto segnali di allarme per cui credo che possa reggere carichi lavorativi molto maggiori.

    p.s. per adesso I’m very happy ;)

  4. Pingback: OpenMediaVault free NAS OpenSource « DefaultUser

  5. armagon Reply

    Ciao ;) grazie per la tua guida, ho seguito i tuoi consigli e mi sono fatto un nas come hai descritto (con hard disk da 1tb x 4) pero’ non ho avuto il problema di editare il loader.conf forse perche’ ho installato direttamente la 8.0.3 ??

    • thanks2world Reply

      Hai provato come ho scritto sopra?

      Accedi al NAS via SSH, fai il login com root e provi a cambiare i valori di loader.conf

      Nel mio caso i blocchi di sistema sono stati risolti, non so se e’ una problematica comune pero’ e mi sembra strano che non vi sia la possibilita’ di gestirla via GUI.

      Aggiornamento : utilizzando Tunables si possono inserire questi valori direttamente da web GUI

      http://doc.freenas.org/index.php/Tunables

  6. Pingback: Robocopy, PathSync e sincronizzazione file e cartelle … « Defaultuser.net

  7. Pingback: [DOMANDA] Informazioni RAID hard disk

  8. Pingback: Alternativa al Proliant Microserver di HP

  9. alberico schiappa Reply

    Con l’introduzione dell’ autotune : System > Settings > Advanced la problematica di gestire a manina i valori della memoria per far lavorare bene ZFS sono spariti.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.