Quando si naviga in internet si lasciano una marea di tracce informatiche su tutti i siti che vengono visitati. Per ragioni di gestione e sicurezza infatti i web server mantengono tracce del nostro indirizzo IP  che viene assegnato in modo univoco dal provider ad ogni connessione.

Abbinando indirizzo IP e data / ora si ha la certezza dell’utenza che e’ transitata per un determinato sito.

In caso di router condivisi tra piu’ utenti rintracciare esattamenete la persona che ha visitato un sito diventa difficile ma alle autorita’ basta avere comunque un referente (intestatario dell’utenza) per procedere con gli accertamenti giudiziari.

L’intestatario dell’utenza e’ quindi responsabile del traffico che viene generato da essa.

Facciamo il classico esempio del pedofilo che scarica materiale pornografico da casa, se alle prime armi e’ facilissimo da rintracciare.

Diversamente, se utilizza strumenti come Tor Browser sara’ improbabile che possa essere rintracciato in quanto Tor appunto sfrutta un sistema di nodi (altri utenti che utilizzano TOR) che trasformano in continuazione il proprio indirizzo IP rendendo la ricerca a ritroso pressoche’ impossibile.

In rete esistono una gran quantita’ di programmi estremamente semplici da installare che camuffano l’identita’ di un utente sfruttando le caratteristiche dei proxy.

L’argomento e’ decisamente complesso perche’ se da un lato abbiamo la nostra privacy da tutelare dall’altro non possiamo trascurare che uno strumento come Tor Browser o i vari proxy anonymizer sparsi in rete possano essere utilizzato per scopi illegali e immorali.

Personalmente, trovo affscinante la tecnica di occultamento del proprio IP facendo passare le proprie richieste di navigazione attraverso diversi proxy sparsi per il globo ma ci deve essere sempre un controllo ed una possibilita’ di rintracciare chi commette crimini.

Se non esistesse  la patente e le targhe alle auto come potremmo rintracciare i pirati della strada (ed e’ gia’ molto dura anche in questo modo) … quindi se non c’e’ un controllo o quanto meno un tracciamento delle azioni online come possiamo pensare di avere un riscontro nel caso in cui siamo noi le vittime del sistema?

Mi farebbe molto piacere leggere il vostro pensiero in merito.