Panda leader nel settore dei software antivirus e’ il primo (a quanto pare) nell’offrire un modello di antivirus basato sul cloud.

Il client e’ molto leggero e si avvale oltre che del motore e le definizioni locali anche della community Collective Intelligence (grazie ai dati di tutti coloro che hanno installato il software) per analizzare quei file che sembrano sospetti …

In questo caso il file viene segnalato ai server Panda che lo analizzano e rilasciano un punteggio di criticita’, questo dato viene immagazzinato nel sistema e reso immediatamente disponibile al prossimo client che chiede info per lo stesso file.

Sembra promettente, l’ho installato su un vecchio notebook Windows XP Sp2 / 512mb di ram / Cpu Intel Pentium 4 3Ghz (all’epoca un gioiellino), non me lo ha affossato e gia’ questo e’ gratificante.

L’interfaccia e le possibili iterazioni con l’utente sono ridotte al minimo per la gioia di chi odia o non vuole smanettare con il computer e l’installazione e’ ancora piu’ ridicola.

Basta infatti andare sul sito Panda Cloud Antivirus e cliccare su download che scarica un piccolo eseguibile che si preoccupa di installare il software in pochi minuti.

Dimenticavo, il prodotto e’ anche in Italiano, se ho dimenticato qualcosa o avete esperieze vi prego di condividerle su questo spazio …