pmmain.jpg

Per chi utilizza il computer e’ diventato un problema abbastanza serio. La gestione delle proprie password infatti e’ uno dei punti critici dell’uso quotidiano del pc e per l’interazione con i servizi online. Basti pensare alla password di accesso al servizio bancario, alla posta elettronica, all’account per il blog e possiamo continuare all’infinito. Il problema e’ sempre lo stesso, ricordare le credenziali per quel servizio. In genere in modo molto semplicistico si utilizza piu’ o meno la stessa password per quasi tutto con il reale rischio che il cattivello di turno possa prendere possesso con un solo colpo della chiave di tutti i vostri segreti.

Utilizzo abitualmente Roboform di cui sono molto soddisfatto ma per avere maggiore flessibilita’ ho cercato in rete ulteriori programmi soprattutto FREE da poter tenere in considerazione sia per me che per i miei amici e clienti.

Attualmente sto’ provando Password Manager 2006 scritto da un italiano Gianfranco Gazzoni (e poi diciamo che non abbiamo signori programmatori). Ho scaricato la versione per dischi rimovibili visto che intendo metterlo su una chiavetta USB che deve stare sempre nella mia tasca e l’ho installato.

La grafica e’ semplice, viene subito chiesto una password, quella piu’ importante di tutte perche’ e’ la chiave globale che aprira’ la vostra cassaforte. Appena creato il database cifrato ho inserito qualche password di quelle che ricordo, le altre ovviamente sono top secret in Roboform e chiuso l’applicativo, sfilato la chiavetta e collegata ad un altro pc. Ebbene, funziona egregiamente, da uno sguardo veloce ho notato che diversi ha pregi ma anche qualche difetto.

A mio avviso la possibilita’ di gestire tutti i tipi di password impone molta attenzione nella ridigitazione delle stesse, Roboform le salva direttamente dai campi presenti nel modulo online con un semplice click. Questo metodo diverso ci permette pero’ di gestire anche credenziali che non c’entrano nulla con il browser ma ci impongono un copia/incolla ogni volta che le dobbiamo usare. Ho notato che c’e’ la possibilita’ di compilare una specie di script che automatizza la procedura chiamato SendKeys ma sinceramente l’ho trovato macchinoso e poco usabile.

Un’altra piccola cosuccia sta’ nel fatto che non sempre ci sono moduli con il solo username e password ma anche ulteriori campi che pero’ non vengono gestiti se non in forma di note in compenso c’e’ un gestore di scadenza che risulta molto comodo. Nel complesso l’applicativo e’ di tutto rispetto e ci complimentiamo con Gianfranco Gazzoni ulteriormente per il fatto che abbia deciso di distribuirlo secondo la licenza Licenza Creative Commons.

Written by Alberico Schiappa

Ciao, spero che questo articolo ti sia piaciuto. Ti chiedo un click per aiutarmi a condividerlo sui Social Network e se puoi, di commentarlo con le tue esperienze e suggerimenti...

This article has 3 comments

  1. Pingback: PocaCola Blog

  2. thanks2u Reply

    Un altro software molto carino e’ Keepass Password Safe reperibile a questo indirizzo http://keepass.info/ … L’ho provato e dire che assomiglia a Password Manager 2006 e’ leggermente limitativo, dalla prima esecuzione alle caratteristiche, al modo di lavorare (script di autocompilazione incluso) sono quasi identici. boh! Per me quindi il giudizio e’ lo stesso, buon applicativo con alcuni limiti e gestione script macchinoso. Completamente open source e quindi con codice aperto si puo’ scaricare ed utilizzare liberamente.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.