Cercando ulteriori informazioni e strumenti per la sicurezza e protezione dei dati stavo leggendo Punto Informatico dove ho scoperto questo simpatico tool TrueCrypt in grado di creare dischi virtuali criptati con uno o piu’ algoritmi a scelta tra AES256, Blowfish, CAST5, Serpent e numerosi altri.

La tentazione e’ stata immediata, ho subito provato a creare un disco di 100MB sulla mia penna usb e passando da un pc all’altro (ovviamente montanto il TrueCrypt) non ho avuto alcuna difficolta’ nel montare come unita’ aggiuntiva il file criptato.

E’ possibile anche creare file criptati all’interno di file criptati e non risco ad immaginare la potenza di calcolo e la quantita’ di tempo che ci vorrebbe per decifrare una sitazione di questa natura … penso che anche i supercomputer presenti su top500.org si troverebbero in difficolta’.

Per scaricare il software che e’ gratuito e open source basta andare sul sito ufficiale : http://www.truecrypt.org/

Written by Alberico Schiappa

Ciao, spero che questo articolo ti sia piaciuto. Ti chiedo un click per aiutarmi a condividerlo sui Social Network e se puoi, di commentarlo con le tue esperienze e suggerimenti...

This article has 3 comments

  1. webmaster Reply

    Smanettando con TrueCrypt ho potuto sperimentare la potenza e l’efficacia di file criptati incapsulati. Ragazzi e’ una figata pazzesca basta creare un file es. di 100mb criptato con l’algoritmo che piu’ ci piace e la propria password generata o scelta. Fatto questo si dice a TrueCrypt di creare un file criptato Hidden (nascosco) di 50mb all’interno del file generato in precedenza con un’altra password ed un altro algoritmo. Bene! Quando si andra’ a montare il volume, in base alla password data TrueCrypt aprira’ un o l’altro!! E’ stupendo, immaginatevi con dei dati particolarmente importanti, che fate!? Create un volume grande, ci buttate un po’ di robetta dentro, create un volume Hidden e ci mettete le cose veramente importanti. Se arriva il terrorista con una pistola e vi costringe a dare la password la date tranquillamente ;) (quella della parte “pulita” ovviamente) tanto lui per aprire quella hidden avra’ comunque bisogno di qualche centinaio di anni di calcolo…..

  2. Pingback: Nuova versione per TrueCrypt

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.